Un progetto che nasce per mettere in relazione molti dei paesi dell’entroterra crotonese, attraverso un ciclo di esperienze e un’offerta di ospitalità diffusa sul territorio

+39 3792681776
Via Spartaco, 7 - Pallagorio (Kr)
esperienze@instaruga.it

Carfizzi: la comunità arbëreshe e la Hora di Carmine Abate

Trekking urbano a Carfizzi 

Nella provincia crotonese, completamente immersi nella macchia mediterranea delle dolci colline che guardano da una parte lo Ionio e dall’altra la Sila, ci sono tre paesi di minoranza albanofona: Carfizzi, Pallagorio e San Nicola dell’Alto.

Il percorso di trekking urbano percorre le stradine, le chiese e gli spazi sociali.

Carfizzi
Alla scoperta della Hora di Carmine Abate

Il paese sorge sulle colline che dominano dall’alto il mar Ionio, il quale fa bella mostra di sè negli scorci che si possono godere dai punti panoramici come Kriqi (Largo Skanderbeg), ed è totalmente immerso del verde dei boschi che lo circondano. Passeggeremo lungo vicoli pittoreschi e silenziosi, che tramandano al visitatore l’eco di una popolazione che qui trovò il suo porto sicuro dopo aver lasciato l’Albania.

L’Associazione

Fili Meridiani è un’Associazione di promozione sociale e territoriale con sede a Pallagorio, in provincia di Crotone.

Racconta il territorio calabrese e le storie di chi ha deciso di restare, di costruire e di condividere.

Un gruppo di giovani professionisti che crede nelle possibilità di questa regione e costruisce collaborazioni e progettualità con operatori territoriali diversificati con un obiettivo unico: investire sulle opportunità relative al territorio.

Video interviste e video racconti | Blogging e approfondimenti | Partenariati e collaborazioni con enti e associazioni per supporto digitale e di promozione | Webinar ed eventi.

2 ore
Tour per tutti.+ Age
  • Destinazione

  • Partenza

    Carfizzi, Palazzo del Comune
  • Orario di Partenza

    Si prega di arrivare alle ore 10:00, partenza ore 10:30
  • Orario di Ritorno

    Approssimativamente alle ore 12:30
  • Abbigliamento

    Si consiglia un abbigliamento e scarpe comodi.
  • Incluso

    Accompagnatrice
  • Non Incluso

    Accompagnatori
    Colazione
    Degustazione
    Extra
    Guida
    Pranzo/cena
    Trasporto
1

Tappa 1: Carfizzi: Palazzo Comunale e Palazzo Fazio

Il percorso parte dalla visita a una mostra fotografica permanente allestita presso il Palazzo Comunale. Le fotografie d’epoca, affollate di persone, introducono alla passeggiata lungo stradine ora in gran parte vuote: case antiche, bellissime ma abbandonate, lasciate come in attesa del ritorno delle numerose famiglie che le abitavano.Da qui si visita la corte d'ingresso di Palazzo Fazio da cui la sede del Comune è stata ricavata. Si tratta della storica dimora della famiglia di Vincenzo Fazio, il più grande proprietario terriero della zona i cui possedimenti si estendevano sui comuni di Carfizzi, Umbriatico, Cirò Marina e Crucoli. 
2

Tappa 2: Carfizzi, zona Sant'Antonio

Dopo la visita del palazzo comunale, che è un tutt’uno con il palazzo patronale Fazio, oggi della famiglia Rizzuto che nel tempo è stato in parte smembrato e venduto a diversi proprietari, il nostro cammino si sposterà nelle gjitonie (le rughe in dialetto calabrese, i rioni in italiano). Inizieremo da via Sant’Antonio, detta la Vascialia, che dalla piazza principale conduce, appunto, nelle vicinanze della chiesetta rurale di Sant’Antonio da Padova, patrono del paese. All’inizio di questa via si trova la sede del parco letterario dedicato allo scrittore Carmine Abate. Nato nel 1954 a Carfizzi, come hanno fatto molti suoi coetanei ha dovuto lasciare il paese natale per emigrare prima in Germania e poi in Trentino. Il legame con Carfizzi è al centro di tutti i suoi romanzi, nei quali racconta scorci di vita e personaggi del paese della sua infanzia. Grazie alle storie su Carfizzi (spesso da lui indicato con il nome di fantasia Spillace), ha vinto il premio Campiello del 2012 con “La collina del vento”.Da qui arriveremo alla chiesa di Sant’Antonio che si trova in una posizione particolare dalla quale si ha una vista dal basso sul paese abbarbicato sulla collina.
3

Tappa 3: Il cuore storico di carfizzi: Palacco e Vascialia

Dalla chiesa di Sant’Antonio risaliremo per raggiungere la parte più antica del paese il Palacco (via Palacco) dove sorgono le case più vecchie di Carfizzi costituite dal complesso del Kurrituri, recentemente recuperato con dei lavori di ristrutturazione che ne hanno mantenuto la caratteristica facciata in pietra. Da qui, un’ultima salita ci riporterà nella piazza principale del paese, Rahji (piazza Pasquale Tassone), salotto naturale e punto di raccolta dei pochi giovani e dei numerosi anziani abitanti di Carfizzi. Qui sarà possibile riposare dopo la lunga camminata che si svolge su un percorso che ha notevoli dislivelli (dai 450 mt sul livello del mare della Chiesa di Sant’Antonio, il punto più basso, ai 510 mt di Piazza Tassone).
Avvia conversazione.
Bisogno d'aiuto?
Ciao, come posso aiutarti?