Un progetto che nasce per mettere in relazione molti dei paesi dell’entroterra crotonese, attraverso un ciclo di esperienze e un’offerta di ospitalità diffusa sul territorio

+39 3792681776
Via Spartaco, 7 - Pallagorio (Kr)
esperienze@instaruga.it

Crotonese: tre luoghi unici per un vero viaggio nel tempo

Il crotonese è un’area a due facce che si intrecciano nel nome dello scorrere del tempo. La prima, nota ai più, vive e si sviluppa lungo le coste del mar Jonio ed è sinonimo di Magna Grecia.

Qui località come Capo Colonna, le Castella, Isola Capo Rizzuto e Cirò Marina sono rinomate a livello nazionale e internazionale, per il mare soprattutto (in Calabria le bandiere blu sono 15, tra cui Cirò Marina) e sono meta di villeggiatura per molti turisti, locali e non.

Esiste però un’altra faccia del Crotonese, a metà strada tra le acque cristalline dello Jonio e i boschi e l’aria pulita della Sila, che vede al suo interno natura e cultura, paesi ed enogastronomia, storia e percorsi ideali per il turismo lento o delle radici. Un insieme di luoghi unici che vi permetteranno di fare dei veri e propri viaggi nel tempo tra bellezze naturali e siti di interesse geologico, paesi la cui storia va indietro nel tempo, prima ancora della Magna Grecia.

Quest’articolo è una piccola finestra in questo mondo di esperienze possibili. Allacciate le cinture e seguiteci in quello che può essere considerato un viaggio lungo la linea del tempo.
Il Geosito dei Diapiri Salini di Zinga

Partiamo da una passeggiata in un Geosito unico in Europa: quello dei Diapiri salini di Zinga (frazione del comune di Casabona) lungo il fiume Vitravo, inserito nell’Inventario Nazionale dell’ISPRA. Un luogo incredibile, caratterizzato da una serie di formazioni rocciose saline (i diapiri) che emergono dal terreno argilloso dando vita ad uno spettacolo geologico che attira ogni anno appassionati e curiosi. Sono considerati tra i custodi della storia del Mar Mediterraneo perché al loro interno conservano quanto avvenuto in un periodo geologico durato 200 mila anni.

Capo Colonna

Scendiamo ora verso la costa e raggiungiamo (in senso spaziale e temporale) l’antica Grecia, con l’area di Capo Colonna a Crotone. Una vasta area di reperti archeologici, nota per l’ultima colonna del tempio di Hera Lacinia risalente al V secolo a.C che resiste ancora oggi. Una vista mozzafiato vi accompagnerà nella visita di tutto il complesso che da secoli scruta il mare e l’orizzonte e da cui si possono ammirare albe incredibili. Un posto per appassionati non solo di storia antica, ma anche per chi ama la fotografia e i panorami mozzafiato.

 

Le grotte rupestri di Verzino

Dalla Grecia Antica e dalla costa crotonese saliamo su verso la montagna dell’entroterra per fare un salto nel Medioevo con il sito rupestre di Verzino. Rifugio dei monaci basiliani fin dal 700 d.C. le grotte rupestri sono dei veri e propri agglomerati urbani utilizzati dai verzinesi fino al secolo scorso, prima come abitazione e infine come rifugio per pastori e bestiame. Un vero e proprio racconto delle civiltà contadine che oggi rivive grazie all’opera di associazioni e appassionati del luogo che accompagnano i gruppi di curiosi in escursioni e tour.

Avvia conversazione.
Bisogno d'aiuto?
Ciao sono Luana.